I servizi del museo

Il blog di Quoquo

Aristoputeca – in programma lunedì 11 Novembre - ore 21

Folk Menu: appuntamenti di antropologia conviviale. Invito a cena con “ La Tavola di San Martino” – prenotazione obbligatoria entro venerdì 8 Novembre

Gusteremo il nostro primo folk menu e tra le immagini di Santi Vescovi e santi Cavalieri del nostro Medioevo salentino ne sentiremo delle belle di questo Santo, astemio, poi diventato come per miracolo protettore del vino. Evento a cura di Titti Pece - Il divertente racconto delle tradizioni del culto di San Martino nel calendario ciclico contadino è affidato ad Antonio Cassiano, già direttore del Museo Provinciale di Lecce, ospite di questa serata conviviale.

Posti limitati - Si partecipa con una quota di € 25,00 – vino incluso -

Prenota subito qui Per il FolkMenu

 

Folk Menu per il giorno di San Martino

Nsurti (letteralmente “insulti”, come piccole provocazioni per il palato)

  • pittule in quattro gusti: semplici- alla pizzaiola- con cavolfiore- con baccalà

  • mozzarelline a nodini (lavorazione in diretta per vedere come si fa e gustarle appena fatte)

Prima pietanza:

Orecchiette lavorate a mano con farine di grano duro e di orzo preparate nella tradizionale ricetta con le rape (da coltivazione biologica)

Seconda pietanza

Maialino da latte arrosto, dissossato e cotto intero in forno a legna, da gustare con contorno di patate Nicola aromatizzate e cotte al forno

Seconda pietanza (x vegetariani):

treccia di fiordilatte – patate al forno- rape ‘nfucate- assaggi di formaggi

Sulla tavola: Pani della casa

Sopratavola

secondo tradizione e arricchito da crostate preparate con la nostra mostarda di uva



FolkMenu – Appuntamenti di antropologia conviviale ©QuoquoMuseo del Gusto

Dall’antropologia culturale all’antropologia conviviale: al Quoquomuseo del gusto le cucine storiche e folcloriche si studiano a tavola facendone esperienza così

Una tavola folk è una tavola ricca di odori

Il profumo delle pittule fritte e mangiate

Il profumo delle castagne sul fuoco

La sublime apparizione e la scia di profumi e aromi di un maialino da latte re della tavola

Una tavola folk è ricca di colori

Il biancolatte delle mozzarelline che vedi tu stesso come si fanno, i bruni e dorati delle farine, i verdi dei sopratavola

Una tavola folk è ricca di racconti

Come fa un Santo astemio a d essere protettore del vino e dei bevitori? E che rapporto c’è tra la festa del Santo Martino e gli antichi miti degli agricoltori?

Ma soprattutto una tavola folk è sicuramente ricca di SAPORI

Mantenete il segreto. Non ditelo agli chef!



Per informazioni e prenotazioni

Tel 380.7558512 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.