I servizi del museo

Il blog di Quoquo

Sapiens dictus a sapore (Isidoro di Siviglia) // perché "il sapere non è altro che il dolce assaggio del sapore" (R:Barthes) //
Rudolf Steiner e l’agricoltura biodinamica
Culture-Antologie

“Non possiamo solo guardare le piante, gli animali e gli uomini. La vita proviene da tutto l'universo, non solo da quella che la terra ci offre. (…) Cosa fa lo scienziato oggi? Prende un preparato, lo scinde e lo studia. Lo tiene ben isolato dall'ambiente esterno e lo scruta nel microscopio. È esattamente il contrario di quello che bisogna fare per capire il macrocosmo. Non solo ci si isola in una stanza ma ci si isola dallo splendore del mondo. Nient'altro esiste che quello che si centra con la lente microscopica. Ma se noi ritroveremo la strada verso il macrocosmo, capiremo di nuovo la natura e altro ancora”.
(Rudolf Steiner, nella sesta lezione, 24 giugno 1924)

         


Steiner e l’agricoltura biodinamica

I tre principi della biodinamica sono:
     • mantenere la fertilità della terra;
     • rendere sane le piante in modo che possano resistere alle malattie e ai parassiti;
     • produrre alimenti di qualità più alta possibile.

I principi su cui si fonda la biodinamica furono formulati da Rudolf Steiner, fondatore dell'antroposofia: una concezione dell'uomo e del mondo che nel primo quarto del ‘900 aveva portato un fertile rinnovamento nel campo della medicina, della pedagogia, dell'arte e della scienza in genere, suscitando grande interesse in tutto il mondo occidentale.
L'agricoltura fu l'ultimo settore cui Steiner si dedicò prima di morire e lo fece su richiesta di alcuni agricoltori che vedevano con preoccupazione i primi segni di degenerazione e debolezza che accompagnavano l'applicazione dei moderni metodi di coltivazione e in particolar modo il crescente uso di concimi chimici. A Koberwitz, nel 1924, Steiner tenne 8 lezioni per agricoltori. Il tema centrale era la salute della terra e il mantenimento e l'accrescimento della fertilità, per migliorare la qualità degli alimenti destinati a nutrire l'uomo.
(www.rudolfsteiner.it).