I servizi del museo

Il blog di Quoquo

Sapiens dictus a sapore (Isidoro di Siviglia) // perché "il sapere non è altro che il dolce assaggio del sapore" (R:Barthes) //
In galleria e in degustazione - Work in progress
La galleria dell'olio

Dalla Azienda agricola Francesca Stajano - da uliveti sulla fascia ionica

Uliveti in area ionica, nelle campagne di Nardò, Melissano, Alezio, Gallipoli.
Extravergine non filtrato, per scelta aziendale. Molitura a freddo entro otto ore dalla raccolta. Tre etichette a cui corrispondono tre gusti differenti. Due dei tre extravergini sono monovarietali.

 

Pendolino
Questo delicatissimo olio costituisce una riserva aziendale. Nasce da varietà Pendolino, una cultivar non autoctona del Salento, diffusa soprattutto nell’Italia centrale. La pianta produce un olio ottimo, dal sapore fruttato. Qui ha acquisito un odore fruttato intenso e un sapore delicato al palato, essenzialmente dolce, con una leggerissima nota di piccante; come prima sensazione avverti sapori di tante erbe, poi ti lascia freschezza. Va gustato su pesce e insalate. Per la sua delicatezza possiamo definirlo un olio da bere, adatto al palato dei bambini, nella cui dieta, si sa, l’extravergine di oliva costituisce un apporto di salute determinante.





Frantoio
Ancora un extravergine monovarietale ricavato da varietà Frantoio e che in azienda consigliano di gustare su paste, verdure e ortaggi. Ha sentori erbacei e si sente la mandorla. Si tratta di un olio extravergine con nota dolce e piccante: lascia la bocca pulita, è fluido e ha un ritorno piacevole. Il palato coglie l’amaro, la gola il piccante. È duttile, gradevole e, a voler ottenere particolari sfumature di gusto, va provato anche sul pesce o su una zuppa di legumi, su cui solitamente si consiglia il blend.







La terza bottiglia dell’azienda è un blend: un Fruttato Intenso
Un extravergine dal gusto più complesso: blend di Cellina di Nardò, Ogliarola di Lecce, Frantoio. Entrano in gioco le cultivar del luogo. E l’apporto di ‘salentinità’ si percepisce in un fruttato più intenso in cui sentiamo affiorare la mandorla, il pomodoro, il carciofo, i frutti di bosco. Al Gusto la prima sensazione è di amaro. A cui segue un retrogusto piccante. Un extravergine perfetto per pietanze a base di funghi e sulle carni. E per questo meraviglioso Fruttato Intenso “Gran Menzione” SOL D’ORO al Concorso Internazionale 2011 – a Verona.