I servizi del museo

Il blog di Quoquo

Sapiens dictus a sapore (Isidoro di Siviglia) // perché "il sapere non è altro che il dolce assaggio del sapore" (R:Barthes) //
Luoghi e sapori: indirizzi utili
Quocumolando: paese che vai gusto che trovi

 

 

 


Indirizzi utili, soste golose e consigli di viaggio

suggeriti da Quoquo folletto del Gusto

per viaggiare nel Salento e coglierne il sapore giusto

Testi e ricerca a cura di Titti Pece

Selezioni a cura del QuoquoMuseo del Gusto

Sezione del sito in progress e in aggiornamento permanente

Nel Salento leccese: luoghi e sapori

Acaia
Acquarica del Capo
Acquarica di Lecce
Alessano
Alezio
Alliste          
Andrano
Aradeo
Arnesano

Bagnolo del Salento
Barbarano
Borgagne
Botrugno   

Calimera
Campi Salentina
Cannole
Caprarica di Lecce
Carmiano
Carpignano Salentino
Casamassella
Casarano
Castiglione
Castri di Lecce
Castrignano dei Greci
Castrignano del Capo
Castro
Cavallino
Cerfignano
Cocumola
Collepasso
Copertino
Corigliano d'Otranto,
Corsano
Cursi
Cutrofiano

Depressa
Diso

Felline

Gagliano del Capo
Galatina
Galatone
Gallipoli
Galugnano
Gemini di Ugento
Giuggianello
Giurdignano
Guagnano

 

Lecce
Lequile
Leverano
Lizzanello
Lucugnano

Maglie
Mancaversa (marina)
Marina Serra
Marittima
Martano
Martignano
Matino
Melendugno
Melissano
Melpignano
Merine   
Miggiano
Minervino di Lecce
Monteroni di Lecce
Montesano Salentino
Montesardo
Morciano di Leuca
Muro Leccese

Nardò
Neviano
Nociglia
Novoli

Ortelle
Otranto

Palmariggi,
Parabita,
Patù,
Pisignano
Poggiardo
Porto Badisco
Porto Cesareo
Presicce

Racale
Roca
Ruffano
Ruggiano

Salice Salentino
Salve
Sanarica
San Cataldo
San Cassiano

 

San Cesario di Lecce
San Dana
San Donato di Lecce
San Foca
San Gregorio
Sannicola
San Pietro in Lama
San Simone
Santa Barbara
Santa Caterina
Santa Cesarea Terme
Santa Maria al Bagno
Santa Maria di Leuca
Sant’Isidoro
Scorrano
Seclì,
Serrano
Sogliano Cavour
Soleto
Specchia
Specchia Gallone
Spongano
Squinzano
Sternatia
Strudà
Supersano
Surano
Surbo

Taurisano
Taviano
Tiggiano
Torre dell’Orso
Torre Lapillo
Torre Mozza
Torre San Giovanni
Torre Suda (marina)
Torre Vado
Trepuzzi
Tricase
Tuglie
Tutino

Ugento
Uggiano la Chiesa

Vaste
Veglie
Vernole
Vignacastrisi
Vitigliano


Zollino

Nel  vocabolario di Quoquo “quocumolando” indica quel modo particolare di muoversi che ha il nostro folletto del Gusto. Quel suo girovagare fiutando, annusando, osservando, assaporando, interrogando: come se il viaggio fosse un labirinto per cui occorre ogni volta trovare  un “filo d’Arianna”. Ed è questo il modo attraverso cui egli riesce a cogliere i “sapori”, che per lui sono inseparabili dall’anima e dallo spirito dei luoghi. Naturalmente quando usa termini come anima e spirito Quoquo non si riferisce a delle entità spirituali, ma a quell’insieme di comportamenti  culturali e linguistici che gli antropologi pongono alla base della cosiddetta identità dei luoghi. Quoquo sa bene comunque che le identità sono sempre identità aperte e guai se non lo fossero. “Quocumolare” potrebbe dunque indicare un viaggiare fondendosi con le identità aperte. A tale proposito Quoquo cita spesso Sant’Agostino, autorevole voce a cui ricorre ogni volta che si pone domande sul Tempo.
“Né propriamente si può dire che  i tempi sono tre: passato, presente e futuro. Essi sono nell’anima, altrove non li vedo.  
Il presente del passato è la memoria, il presente del presente è la visione, il presente del futuro è l’attesa”.
Ecco: quocumolare è dunque anche, forse, questa idea o percezione del Tempo. Quoquo dice anche che questa percezione arricchisce il sapore