I servizi del museo

Il blog di Quoquo

Sapiens dictus a sapore (Isidoro di Siviglia) // perché "il sapere non è altro che il dolce assaggio del sapore" (R:Barthes) //
Calimera

 

 

 

 

 

CALIMERA

Paese della Grecìa salentina a ridosso della costa adriatica

....
 
  

Il paese della patata dolce

Per Quoquo Calimera è il paese della patata zuccherina (patata  americana), coltivata  nelle campagne verso il mare. Era segnalata come specialità del luogo già nella guida enogastronomia del Touring del 1931. E quello della patata detta zuccherina è stato fino agli anni ’60 il sapore dell’inverno in tutte le case dei salentini, che  le acquistavano  a intere cassette e usavano consumarle a fine pasto o a merenda. Si trovano nei mercati  di ortofrutta a partire già da settembre. Si tramandano ricette di  squisite torte. Si gustano anche  lesse o cotte al forno o anche si tagliano a fette e poi si friggono  in extravergine e si condiscono con zucchero o con miele.
(prodotto documentato nella galleria e nel catalogo Beni Culturali Enogastronomici del Quoquomuseo)
 
 

Atmosfere.Antichi riti


Calimera è anche il paese della pietra di San Vito. Una paganissima  pietra della fertilità  custodita in una chiesetta rurale sotto la protezione di un santo di campagna: sintesi di paganesimo e cristianesimo nella vita e nei costumi di una comunità che ha origini greche e contadine e ne conserva  riti e lingua. E anche  vi segnalo la festa dei lampioni: il 21 giugno, bellissima e di origine, pare, bizantina.


   
 

Indirizzi utili Sosta golosa alla trattoria“C’era una volta” 



Identità aperte, quelle del Mediterraneo. E a proposito di identità aperte proprio qui a Calimera pure vi è una gustosissima trattoria. Si chiama “C’era una volta” e si mangia benissimo. Con la storia e  la cucina di Loredana, padrona di casa,  che ritorna nel Salento per farvi una cucina piemontese condita di nostalgia e, con grand savoir faire, la ambienta nel Salento, sua terra natìa. In una casa a corte, nel centro storico: stile semplice, povero, con tocchi di  raffinatezza. Ben fornita la cantina: vini pugliesi e piemontesi.  Ottimo rapporto qualità prezzo. Giorno di chiusura il lunedì 



Indirizzo: nel centro storico, in via costantini 66
Tel. 339-4894053
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.trattoria-ceraunavolta.it

Posizione negli itinerari del  QuoquoMuseo: i paesi della Grecìa salentina
Da leggere in: “Quoquo. Come le api al miele”, pp. 101-105