I servizi del museo

Il blog di Quoquo

Sapiens dictus a sapore (Isidoro di Siviglia) // perché "il sapere non è altro che il dolce assaggio del sapore" (R:Barthes) //
14 febbraio 2012 - nel giorno di San Valentino
Quoquocenaconme

CENA BUGIARDA
Perché stupendamente bugiardo è l’Amore, come l’Arte

Ingredienti: si comincia con un “solletico” (effetto di certi gamberetti in pasta kataifi) per passare ad un “abbraccio” (avvolgenti spire dii un polpo) - poi subentra una “pazza idea” (e saranno Ruote Pazze, questa volta su specchio nero) che sprofonda in un certo tal “sapore di sale” ( sotto la cui crosta si nasconde quel rospo che diventerà un principe). E così questa favola dell’amore scivola dolce-amara-piccante su “Oci ciornie” (occhi neri): flan da gustare un attimo prima di cedere alle coccole dello chef in un travolgente “straziami ma di baci saziami”. E poi: ve lo ricordate “questo amore” di Jacques Prévert? Solleticati da questa presentazione leggete ora il menu e prenotate subito – la cena è speciale davvero!

Quota di partecipazione euro 40,00 - Solo su prenotazione

 



Minuta della cena

Sensazioni palatali
Solletico:
Gamberetti in pasta kataifi su letto di misticanza al mosto cotto
Abbraccio: Tiepida di polpo con patate e zenzero



Riflessioni caldo/freddo
Pazza idea:
Ruote Pazze Benedetto Cavalieri con calamaretti e pesto di pomodori secchi su specchio nero
Sapore di sale: Coda di rospo bardata al lardo di cinta senese servita in crosta di sale di ghiacciaio





Citazioni dalla memoria al palato
Oci ciornie * (occhi neri):
flan al cioccolato amaro con salsa calda al peperoncino - (* sapore ispirato e dedicato al bellissimo film di Nikita Sergeevič Michalkov, a sua volta ispirato ad alcuni racconti di Anton Čechov)
Straziami ma di baci saziami: Coccole dello chef


Vini della cena: selezioni a cura di Paolo Benegiamo da

Progetto di Andrea Carriero e Titti Pece - Chef Andrea Carriero
Illustrazioni courtesy Giancarlo Moscara
Format originale © QuoquoMuseo del Gusto